martedì 1 giugno 2010

Brioche Catanesi

Brioche Catanesi

Ecco a voi la Signora Brioche...la Brioche con il tuppo (o piripicchio come dicevo io da piccola). Già fatte e già presenti nel blog...ma ve la riracconto. Stavolta ho deciso di tenerla tutta la notte in frigo e infornarle la mattina presto per fargliele trovare calde calde al mio Agronomo prefetito ;D che studia Zoologia ed ha bisogno di tanteeeeee forze!!! Allora (solo per amore si può...io se non dormo 10 ore minimo crollo!) mi sono svegliata alle 5 per uscire l'impasto dal frigo. Poi di nuovo alle 6 per formare le brioche e dopo il raddoppio l ho infornate. E lui con un tempismo perfetto ha portato le granite appena ho sfornato le prime brioche. Devo dire che rispetto all'impasto diretto, queste sono moltoo più buone, più morbide e più profumate.
Ovviamente ho dato per scontato che le conosciate...ma semmai non avesse avuto il piacere di assaggiarle, vi dico che sono delle brioche morbidissime che qui a Catania si trovano dovunque e che si mangiano con la granita. Io e mia mamma a volte pranziamo con Granita e Brioche. Troppoo buona, una volta che l'hai assaggiata non la dimentichi più...come la cassata!!! ;D
Passiamo alla solita ricetta quella di Adriana R. Catanese e Gennarina!!!

Brioche Catanese 2

Brioche Catanesi con il tuppo di Adriana


Ve la riporto come l'ha scritta Paoletta

500 g. farina Manitoba
500 g. farina 00
150 g. zucchero
150 g burro
20 g. sale (io 17g)
15 g di lievito di birra*
350 g di latte freddo
20 g di miele (non l'ho messo perchè non ne avevo)
4 uova

Nella ciotola della planetaria mettiamo la farina, il miele, e il lievito di birra che avremo sciolto con una parte di latte, iniziamo a lavorare limpasto aggiungendo le uova una alla volta.
Impastiamo tutti gli ingredienti per almeno 20/25 minuti, aggiungendo poco alla volta il latte freddo e il sale che avremo sciolto in una piccola parte di latte, a questo punto iniziamo ad aggiungere il burro freddo e non a temp. amb. e procediamo a vel.1-1/2, limpasto dovrà staccarsi dalle pareti totalmente, e come ci ha insegnato Adriano capovolgiamo spesso l'impasto, stacchiamolo dal gancio e ricominciamo.
L'impasto dovrà presentarsi molto elastico, sarà pronto quando tirando tra le dita un po' di impasto si formerà un velo senza strapparsi.

Quindi mettiamo l'impasto a lievitare coperto, a questo punto ci sono due strade che possiamo percorrere: se si vogliono preparare in giornata lasciare che la pasta triplichi il suo volume iniziale e quindi lasciamo lievitare a circa 28°, se invece vogliamo delle brioches da primato riponiamo in frigorifero con tutto il contenitore l'impasto, coprendo con della pellicola fino al mattino seguente. Io ho preparato l'impasto la sera precedente.
Al mattino capovolgiamo l'impasto sul tavolo di lavoro infarinato, lasciamolo a temp. per un'ora senza lavorarlo, trascorso il tempo arrotoliamolo appena e porzioniamo la pasta realizzando delle omogenee pallette e inseriamo una pallina più piccola a mo' di tappo.

Rimettiamo a lievitare (dentro al forno con la luce accesa, comunque ad una temperatura max di 28°) fino al raddoppio delle brioches, una volta trascorso il tempo, spennelliamo con un tuorlo e un po di latte e inforniamo a 190° per circa 25'.


Io fatto il passaggio lungo in frigo ed eccezionale.
Ne sono venute 21 una decine ce le siamo mangiate le altre congelate.

Buon 2 Giugno a tutti!!! Domani speriamo che il tempo regga che andiamo tutti al mareee!!!
Baciotti

16 commenti:

Lidia ha detto...

Ciao ti seguo su facebook. sei davvero molto brava. Complimenti!
Mi chiedevo ma vivi da sola visto che alle 8,30 del mattino puoi "permetterti" di far trovare la colazione pronta al tuo ragazzo prima che vada a studiare???

Io che abito in famiglia Se qualcuno suonasse a casa mia alle 08,30 del mattino sarebbe preso a calci :D
A presto
baci

Laura ha detto...

mmmmm le voglio provare anch'io!!!!
Adoro i dolci siciliani ;)
Baci!!

Marie ha detto...

fantastici e devono essere deliziosi, ancora non li ho mai mangiati! baci

Scarlett: ha detto...

che buone!!ti son venute perfette!!!Brava...visto che ti sono avanzate chiama che veniamo a farti compagnia...ahahaah baci

tittina ha detto...

ciao farfallina!!non le ho ancora mai fatte questo tipo di briosche, mi copio la ricetta perchè vedendo le tue mi hai fatto venire la voglia di farle..bravissima!!!un bacione Tittina

Federica ha detto...

wow bravissima!!!strepitose queste brioche!!baci!

Giuky ha detto...

golosissimeeeeee!!:)
bravissimissima!

Ylenia ha detto...

Ciao,
sono Ylenia di Cioccolarte,volevo ricordarti che se hai la possibilità e se ti fa piacere, sabato 19 giugno ci incontriamo a casa di Chiara a Civitanova Marche per un simpatico pranzetto tra foodblogger!
Per maggiori info fa un salto da me
http://cioccolarte.blogspot.com/2010/05/un-giorno-non-per-caso.html

TI ASPETTIAMO!!

Saluti ;-)

Farfallina ha detto...

Lidia grazie per i complimenti e grazie per la fiducia nel seguirmi. In realtà vivo in famiglia...ma qui, a parte me si svegliano sempre presto la mattina, quindi non è un grosso problema...soprattutto se suona alle 8.30 con le granite!!! ;D
Tittina provale sono davvero buonee!!!
Scarlett te ne metto due da parte...ma la prossima volta che alla fine son andate via tutte!!!
Laura provaleee.

Ylenia avevo già visto ma non mi è possibie partecipare. Divertitevi anche per me. ;D
Marie, Giunky, Federica grazieee smackkk!!!

Baciotti a tutte!!!

Lo Ziopiero ha detto...

MMiiiiiihhhhh!
Queste sono signore brioches!!!
...e tu lo sai pure con cosa le devi gustare, eh?

Meno nove!!!!! ;-)

Claudia ha detto...

Hai fatto bene!! bisogna coccolarselo il proprio amore!!! Devono essere morbidissime e buone.. gnamm gnamm.. baci e buona giornata :-)

Veronica ha detto...

Mmm sono fantastiche!Complimentissimi!

Farfallina ha detto...

Zioooo Mamma mia come passa veloce il tempo...per ora latito nell'organizzazione che sono reimmersa nello studio (altro esame) ma la prossima settimana faccio un tour dettagliato per il lunedì 14 ;D...e scusate se risponderò poco o in ritardo...sono sott'acqua!!!
Claudia..verissimo per tenerselo stretto il segreto e coccolarlo su tutti gli aspetti ;D... ed è vero pure che sono morbidissime poi appena sfornate..mmmmm ;D
Grazie Veronica ;D

Ginestra ha detto...

Ciao paparedda, indovina un po', domani voglio sfornare le mie primissime brioches col tuppo, mi collego sul web e che trovo? le hai fatte tu 3 giorni fa e io me le sono perse... ma comu fu?! Seguirò la ricetta passo passo e incrocio le dita già adesso... ti rispondo per la farina di mandorle qui da te così sono sicura che lo leggi. Allora ho trovato la farina all'Iperspar di Via Carnazza (sai zona Canalicchio, vicino alle Terrazze?), l'aveva provata una mia amica per fare il latte di mandorla, e si aspettava un preparato, invece mi ha detto (delusa) che è semplicemente farina da utilizzare come tale, io personalmente l'ho trovata ottima, la torta è FINITA ieri e il sapore era se possibile ancora più buono!
baci cara e spero che le tue brioches ispirino le mie manine a compiere una miracolosa clonazione :D

Stefy ha detto...

Ciao,
ho preparato ieri le brioches, devo dire che sono venute molto soffici e saporite... ma ho due cose da chiederti: 1) come faccio a far venire il "tuppo"? Io ho composto le due palline (una più grande e l'altra più piccola) ma forse "massaggiando" quella più piccola sull'altra, in cottura si sono un po'uniformate non uscendo fuori la "pallina" (per intenderci a vederle sembravano come dei soufflè, con la cupola rialzata); 2)L'impasto, come ho descritto in precedenza, era molto morbido e gustoso ma non elastico anche se a vedere dalle foto forse deve venire così?
GRAZIE!

Stefy ha detto...

Ciao,
ho preparato le brioches, devo dire che sono venute davvero soffici e gustose ma ho due domande da porti:
1) che tecnica si adotta per far venire il "tuppo"? ...io ho sovrapposto una pallina più piccola (c.a. 20g) ad una più grande (c.a. 75g)e poi ho massaggiato la prima sulla seconda ma in cottura si è quasi del tutto uniformata... per intenderci, sembrava come quando si sforna un soufflè;
2) l'impasto, come ho detto in precedenza, era davvero ottimo ma non aveva una consistenza elastica, è normale oppure si adotta una tecnica particolare?
GRAZIE!