giovedì 17 luglio 2014

INSALATA DA TIFFANY: PERCHE' #questoepiubello


Ed eccoci qui al secondo libro MTC!!! E ve lo posso dire... #questoepiubello!!! Stavolta è stata scelta la sfida sulle Insalate, perfette per questa stagione e poi è per una giusta causa. Insalate di ogni genere in pieno stile Belle Epoque!!! Io l'ho già ordinato quindi andate a prenotarlo anche voi :D
 
 
il libro è edito da Sagep Editori
le fotografie sono di Paolo Picciotto
le illustrazioni di Mai Esteve
l'impaginazione è di Barbara Ottonello di Sagep Editori
la direzione editoriale è di Fabrizio Fazzari
il prezzo è di 18,00 euro.


Acquistando una copia di Insalata da Tiffany, contribuirai alla creazione di borse di studio per i ragazzi di Piazza dei Mestieri (link: http://www.piazzadeimestieri.it/), un progetto rivolto ai giovani oggetto della dispersione scolastica e che si propone di insegnare loro gli antichi mestieri di un tempo, in uno spazio che ricrea l'atmosfera di una vecchia piazza, con le botteghe di una volta- dal ciabattino, al sarto, al mastro birraio e, ovviamente, anche al cuoco. La Piazza dei Mestieri si ispira dichiaratamente a ricreare il clima delle piazze di una volta, dove persone, arti e mestieri si incontravano e, con un processo di osmosi culturale, si trasferivano vicendevolmente conoscenze e abilità: la centralità del progetto è ovviamente rivolta ai ragazzi che trovano in questa Piazza un punto di aggregazione che fonde i contenuti educativi con uno sguardo positivo e fiducioso nei confronti della realtà, derivato proprio dall’apprendimento al lavoro, dal modo di usare il proprio tempo libero alla valorizzazione dei propri talenti anche attraverso l’introduzione all’arte, alla musica e al gusto.

sabato 5 luglio 2014

Caprese




L'estate si sa porta un pò di lentezza, e anche nel blog si riflette. Poi ci sono serate come questa, in cui pensi a certi luoghi, certi odori e sapori e certe persone. Sarà il caldo, la nostalgia, la voglia di andare seriamente in vacanza in quei luoghi dove ti senti a casa e dove riesci a ricaricarti. Anche se la ricarica basta solo per qualche mese. All'improvviso pensi ad una ricetta fatta proprio di quella regione li, che ancora non era stata postata...ed eccomi qui a scrivere. Un dolce facilissimo, ma di una bontà unica. Chi indovina la regione di cui parlo?? :D


Caprese al cioccolato presa da Ginestra e il Mare


200g burro ammorbidito
50g fecola di patate
170g zucchero a velo
70g zucchero semolato
30g cacao amaro
4 uova
200g cioccolato fondente
250g mandorle tostate e ridotte in farina
2 cucchiaini di lievito per dolci

Tritare le mandorle. Sbattere il burro con lo zucchero a velo e aggiungere i tuorli delle uova. Poi aggiungere le polveri e il cioccolato fuso. Infine gli albumi montati a neve con lo zucchero semolato. Amalgamare bene senza smontare il tutto. Cuocere in una teglia, imburrata e infarinata da 25cm in forno preriscaldato a 160°C per 1 ora.

Credo proprio che per combattere la nostalgia questa settimana andrà di Caprese e di Babà!

Alla prossima ricettina!
Laura

lunedì 16 giugno 2014

Topper per Matrimonio

Vi mostro due topper per Sposi, fatti negli ultimi due mesi. Ho consultato le spose nei minimi dettagli per catturare ogni aspetto dello Sposo e della Sposina stessa. Cerco di fare topper scherzosi ma allo stesso semplici ed eleganti. Le spose son rimaste molto contente e conserveranno il loro topper con il ricordo di quel bellissimo giorno!

Per una sposina tra le nuvole e uno sposo innamorato dei telefonini:




 Per una dattilografa e un musicista...con tanto di Cagnolino in smoking:







sabato 14 giugno 2014

PIAD-STEL De Bananas Y Salsa Spacial (Chocolado Y Especias) per i PiadaMundial di MTC



 

Ed eccoci, sono iniziati i Mondiali e stasera tutti a tifare ITALIAA. Ma per adesso, nell'attesa, io tifo URUGUAY, si si avete letto bene. Partecipo ai Piadiamondiali per Mtc e scendo in campo con la mia squadra Uruguayana :D Quindi eccovi una piadina un pò esotica (molto poco, soprattuto semplice e speziata direi ;D) per tifare Uruguay e venitemia  votare qui. RIngrazio Alessandra Gennaro per il favoloso nome che ha dato alla mia piadina e soprattutto il mio nome Laurinha D'Esteban de La Mariposa de Chocolado ahahahaha




Piadina

Per la piadina ho usato la ricetta di Tiziana L'Ombelico di Venere vincitrice dell'Mtc di questo mese.

Per tre piadine grandi:

250g farina 00
50g strutto
7g lievito istantaneo per torte salate
5g sale
62g latte
63g acqua
un pizzicchino di Bicarbonato di Sodio

Mettere la farina a fontana e mettere lo strutto (a temperatura ambiente)il sale il lievito e il bocarbonato. Poi aggiungete il latte e l'acqua (riscaldati appena per intiepidirli). Impastate bene finchè avrete una palletta bella liscia. Lasciate riposare a 20°C circa per 48 ore. Se fa troppo caldo mettete in frigo e 1-2 orette prima di cuocerle le tirate via dal frigo.
Passate le 48 ore tagliate e formate delle pallette. Lasciatele riposare 30 min e poi stendetele molto sottili. Cercate di dare una forma rotonda, io non ci sono riuscita benissimo, ma l'idea di piadina c'è :D



 Io non ho il Testo, quindi le ho cotte in una padella antiaderente molto calda. Se lo avete mettete lo spargifiamma sotto, così il calore sarò uniforme. La padella deve essere bella calda, ma non rovente, altrimenti brucierete la piadina. Lasciatela qualche secondo per lato e lasciatele un pò bianchine così rimaranno più morbide.


Per il ripieno esotico:


2 Banane grandi (non troppo mature)
cannella 
olio extra vergine di oliva 

Per la salsa Speziata:
mezza scorza di limone
1/2 cucchiaino di estratto di Vaniglia
2 bacche di Cardamomo
un pizzico di Cannella
100g cioccolato fondente
50g latte

Friggete le banane tagliate a rondelle nell'olio caldo e mettete la cannella. Vedrete che profumo si spargerà per la vostra casa...Scolatele su carta assorbente e spolverate con zucchero semolato sopra (come se fosse sale sulle chips :D)

Farcite le piadine con le banane fritte e versate sopra la salsa al cioccolato. Se proprio volete fare le peccaminose...mettetela anche sopra la piadina chiusa :D


Spero vi sia piaciuta e con questa partecipo all' MTC di Giugno:




mercoledì 21 maggio 2014

Babà con crema al limoncello


 La sfida di questo mese dell' Mtc non potrebbe essere più azzeccata. Ritornata da qualche settimana dalla bellissima Napoli sono stata felicissima di ricimentarmi nel Babà! Già fatto anni e anni fa, ma esperimenti poco riusciti. Questo Babà di Antonietta è favoloso!!! Io ho fatto la ricetta con solo lievito di birra, e non si sente minimamente, neanche dopo qualche giorno.



 Babà Napoletano

Per una forma a ciambella da 20 cm

300g farina 0 Manitoba
3 uova
25g zucchero
10g lievito di birra
100g latte
100g burro
1/2 cucchiaino sale

Preparare il lievitino sciogliendo il lievito di birra con 50 g di latte tiepido e un cucchiaino di zucchero.  Aggiungere 70 g di farina e impastate. Lasciar lievitare fino al raddoppio, coprendo la ciotola con un teloumido.
Mettere a fontana nella ciotola 230g di farina, aggiungere al centro il lievitino e le uova e impastare aggiungendo il latte, un cucchiaio alla volta. Impastarlo energicamente per almeno 10 min. Lasciare lievitare 80-90 min, fino a raddoppio.

Riprendere l'impasto e aggiungere il burro, precedentemente ridotto a pomata con lo zucchero e il sale. Aggiungerlo un cucchiaio alla volta, avendo cura di fare assorbire il precedente. Impastare energicamente, sbattendolo e dando pieghe, facendo incorporare più aria possibile, per circa 15 min. Mettere nello stampo imburrato e lasciate lievitare finchè arriverà al bordo e oltre dello stampo, sempre coperto da un panno umido. Circa due ore dopo potete infornarlo in forno già caldo(preriscaldato a 220°C) a 200°C per 25 min. Dopo i primi 10 minuti, coprite con carta alluminio per non far bruciare la parte superiore del vostro Babà.





Quando il Babà e quasi pronto, fate la Bagna. Mettete la Bagna calda sul Babà caldo.

Bagna
500g di Acqua
200g di zucchero


Irrorare e lasciare ammollo il Babà. Andate di tanto in tanto, ad irrorarlo con un cucchiaio pescando la bagna dal fondo della ciotola.

Prima di servirlo, quando è ben freddo irrorare con il liquore, nel mio caso Limoncello fatto in casa, spennellate con Gelatina per renderlo lucido. Decorate con la Crema di limone e Limoncello. Per dare un tocco di colore e dolcezza ho aggiunto piccole goccie di Marmella di Fragole Homemade

Crema al Limone e Limoncello
300g acqua
1 uovo
succo e scorza grattuggiata di un limone biologico non trattato
150g zucchero
40g fecola di patate

Limoncello Homemade a gusto

Sbattete velocemente l'uovo con la fecola. A parte sciogliete lo zucchero nell'acqua e nel succo. Aggiungete alla fecola e cuocere finchè non si rapprende. Lasciate raffreddare, aggiungete Limoncello a gusto e con una sacca per dolci decorate il vostro Babà.

Con questa ricetta partecipo all'MTC di Maggio:








Alla prossima.
Laura

giovedì 8 maggio 2014

Torta Battesimo per Federico



Questa è di qualche mese fa, ma visto il periodo di Cresime, Comunioni e Battesimi diciamo che sono comunque in tempo a postarla :D


Una imponente torta a tre piani per il piccolo Federico. Che dite è abbastanza dolce il piccolo con la sua fossetta?? :D

Presto con altre tortine!!!
Laura

giovedì 24 aprile 2014

Salame Turco - Salame di Cioccolato



Buongiorno a tutti. Per la Pasquetta passata ho voluto puntare sulla semplicità e sulle ricette che ho sempre fatto da quando avevo 15 anni. Beh mi son resa conto che il Salame Turco, uno dei dolci più semplici ma più buono, non era mai stato postato nel mio blog!!! Quindi rimedio subito ed ecco a voi la ricettina.


Salame Turco
250g di biscotti secchi sbriciolati grossolanamente
200g zucchero
100g cacao amaro
2 uova
liquore Amaretto a occhio 
nocciole intere a piacere
cacao amaro per spolverare


Mescolate i biscotti sbriciolati con lo zucchero e il cacao. Aggiungere le uova e le nocciole. Infine l'amaretto. Aggiungetene poco alla volta fino ad ottenere un impasto morbido ma non troppo. Formate i salsicciotti e rotolateli nel cacao amaro e chiudete bene stretto con la carta Alluminio. Mettete in freezer o frigo (io preferisco congelarlo così si abbatte un pò la carica batterica delle uova crude). Appena sarà duro potete mangiarlo tagliandolo a fettine.

Vi lascio con dolcezza oggi.

A presto.
 Laura


martedì 22 aprile 2014

Aceddu ccu l'ovu, Uccello con l'uovo



Buona Pasqua a tutti anche se in tremendissimo ritardo!!! Ed eccomi qui dopo due pastiere Napoletane ad augurarvi Buona Pasqua con uno dei dolci tipici siciliani...i Cuddura o Aceddi ccu l'ova (ricetta che potete conservare per la prossima Pasqua). In genere sono più colorati e si usano le codette (zuccherini colorati), ma erano buoni comunque :D


Aceddi ccu l'ova (ricetta presa da internet)
per due biscottoni

250g farina
60g strutto sciolto e raffreddato
75g zucchero
1 e mezzo uova
scorza di mezzo limone
1/2 cucchiaino di estratto di vaniglia
1 uovo e mezzo (il mezzo prendetelo sbattendo un uovo intero)
5g ammoniaca per dolci
1/3 di tazzina di latte caldo (andate a occhio, giusto un goccio)

2 uova sode
1 uovo sbattuto per lucidare


Mettere la farina a fontana, con lo zucchero. Mettere le uova al centro e iniziate a mescolare.Mettere vaniglia e scorza. Poi aggiungete lo strutto sciolto e raffreddato. Infine sciogliere l'ammoniaca del latte caldo e aggiungere. Formare una palletta e mettere in frigo. Io dopo aver impastato ho avvolto con pellicola e lasciato tutta la notte in frigo. Stendete la pasta e decorate come meglio credete e date le forme di uova, colombe e cestini. Mettete le uova sode e fermatele con nastrini di pasta frolla.Spennellare con un uovo sbattuto Cuocere a 190°C fino a doratura
.

A prestissimo.
 Laura