mercoledì 6 gennaio 2010

Cassata Siciliana

Cassata Guido

Ed ecco la torta che ho fatto per il compleanno di Guido di ieri!!! E' la prima volta che la faccio e alla fine il sapore era quellooo!!! Non troppo dolce, senza marzapane (per ragioni logistiche), e con il pan di spagna perfettamente bagnato (a mio parere).
Ovviamente ho chiesto consigli al preziossimo Gennarino e li ZiaAnita e Teresa/Capa mi sono state di aiuto...soprattutto ora che ne devo rifare un'altra ma stavolta per il mio papà. Quindi piccoli errori e accorgimenti da fare. Intanto vi dico ocme ho fatto questa...giorno 10 vi dirò tutti gli accorgimenti e i miglioramenti.

Cassata Guido 3

Cassata Siciliana

Servono:
pan di spagna a massa pesante
crema di ricotta
glassa a freddo
canditi interi



Partiamo dal pan di spagna che potete fare fino a due giorni prima della decorazione della cassata.


Pan di spagna a massa pesante

Le proporzioni da rispettare sono:
Per ogni 50g di uovo
50g farina 00
50g zucchero

Montare le uova con lo zucchero fino a che non triplicheranno di volume. Poi con un cucchiaio di legno mescolare dal basso verso l'alto la farina. Mettere in uno stampo imburatto e infarinato e infornare a 150°C per tre quarti d'ora circa, fino alla prova stecchino. A metà cottura io ho abbassato a 120°C fino alla fine e poi lasciato raffreddare leggermente in forno semiaperto. Se non si dovesse staccare dallo stampo, mettete la teglia a testa in giù su una gratella e aspettate che il vapore faccia staccare il panettone dalle pareti dello stampo.

Ho fatto un pds da 5 uova ma me ne è rimasto molto. Da 4 può andare bene.

La sera dopo aver fatto il pan di spagna preparare la crema di ricotta:

Crema di Ricotta

1,100g di ricotta fresca di pecora (lasciata scolare con un peso sopra per almeno un paio di ore, meglio tutta la notte precedente)
250g circa di zucchero a velo (potete farlo anche voi a casa) ma questo è a gusto personale perchè ce ne sarebbero andati 500g ma secondo me erano troppi.
due pugnetti scarsi di gocce di cioccolato


Ci andrebbero anche i canditi a pezzettini...ma la prossima sarò senza gocce e con i canditi.

Mescolare con una frusta energicamente la ricotta con lo zucchero a velo. In realtà la ricotta andrebbe setacciata, anche due volte, e poi mescolata con lo zucchero. Io ho un setaccino troppo piccolo quindi ho fatto mescolare a mia mamma per benino (ancora per un pò niente impasti ne sforzi per me). Poi assaggiate per vedere se è dolce al punto giusto per voi e poi mettete le gocce e mescolate. Riponete in frigo e nel frattempo tagliate il pan di spagna in tre dischi di circa 1 cm ciascuno. Foderate la teglia da cassata (è uno stampo con i bordi inclinati) con pellicola e tagliare a rettangolini o trapezi il pds e posizionarlo pressando bene nei bordi della teglia. Poi mettete un disco di pds sul fondo. Bagnare con la bagna. Io l'ho fatta con vermuth acqua e zucchero (un bicchiere di ciascuno e 2 cucchiaini di zucchero). Poi mettere la crema di ricotta livellando bene. Coprire con Striscioline di pan di spagna. Mettere altra bagna sopra (le dosi sono eccessive quindi non usatela tutta) ricoperto con pellicola e poi mettere capovolto su un vassoio con una busta di latte da 1l sopra. E poi mettere in frigo tutta la notte.


Il giorno in cui dovrete presentare la cassata, quindi diciamo la mattina preparate la glassa:


Glassa a freddo


1 albume
350g zucchero a velo (comprato)
2 limoni piccoli

Sbattere leggermente con una forchetta l'albume. Aggiungere lo zucchero a velo e il succo di limone. Aggiungetelo poco per volta il succo di limone, perchè se no rischiate che la glassa diventi troppo liquida. Deve avere una consistenza soda ma fluida. Per questa vi rimando alla discussione del link sopra Gennarino dove spiegano per benino come fare.


Versare sopra la cassata la glassa e con coltello o una spatola bagnata spalmare in superficie. Se la glassa ha la giusta consistenza colerà da solo lungo i lati. La mia era appena appena più densa e ho dovuto aiutarla con la spatola.


Poi decorate con i canditi a vostro piacere.


Cassata Guido 2

Sembra più difficile a scrivere che non a farla, davvero.

Non ho la foto della fetta, ma se riesco a recuperarla la metto.

Grazie e buona Epifania a tutti.

9 commenti:

FairySkull ha detto...

meravigliosa !!

Scarlett: ha detto...

brava ,brava bravissima!!!!io ancora ho paura a farla ...ma prima o poi riusciro' ad incoraggiarmi..baci e auguri in ritardo al tuo Guido(scommetto che era felicissimo!!!!)baci

Elio ha detto...

Io ne ho mangiate 2 fette...ma ne volevo ancoraaaaaaa!!! Buonaaaaaa!!!
Devi provarla anche con l'altro tipo di glassa! :-Q____
Che bontà!

manuela e silvia ha detto...

Ciao Carissima! dati gli ingredienti di questa torta non può che conquistarci! E' meglio se non la proviamo neppure...sarebbe una tentazione irresistibile!
A te è riuscita che è una meraviglia e siamo certi che più di qualcuno la pensa come noi...
un bacione

Roberta ha detto...

Ciao! Non so se hai letto il mio post precedente...rinnovo i miei complimenti anche per questa torta :)
ciao!

Farfallina ha detto...

Grazie a tutte. Scarlett provaci perchè non è poi così complicato come pensavo. Il panettone è moltoo più complesso e mette più paura alla fine.
Grazie Manu e Silvia lo spero proprio.
Roberta certo che ho letto grazie per i complimenti.
Elioooo passa lunedì e te ne mangi altre 2 fette!!! XD

tittina ha detto...

ciao!!! è una torta stupenda e tu sei brava non c'è che dire...ho letto i post sotto e mi dispiace che ti hanno preso cosi di mira non te lo meriti proprio...ma tu sii superiore non ne vale la pena prendersela...un bacione Tittina

Sofy ha detto...

wow l'avevo vista siu gennarino!!!sei stata bravissima!!credo di non averla mai mangiata ma dovrebbe essere qualcosa di spettacolare!!un bacione!

Farfallina ha detto...

Grazie Tittina troppo gentile...una se la prende solo per tutto il lavoro che fa e che non viene capito...ma tranquilla tutto passato..spero!!!
Sofy grazie, io ti seguo anche nel tuo blog delizioso, anche se in silenzio. Prova a farla o magari scendi in Sicilia e assaggiala...è buonissima anche se è un dolce molto dolce! ;-)