giovedì 4 settembre 2014

Lady Etna



 Tutta la mia vita è sempre stata centrata su Lei, sua Maestà l'Etna. Unico punto di riferimento sia fisico che mentale. Nelle vene di un Catanese non scorre sangue, ma lava. Perchè un Catanese che sia nella vita di tutti i giorni, che sia in auto o a lavoro...ha il fuoco nelle vene!!! Certo a volte non è proprio un pregio, reagiamo con focosità a volte inopportuna. Quell'irrequietezza però è sempre li latente, ma una volta sfogata diamo uno spettacolo unico ed emozionante nel suo genere. Io legata alla mia terra come non mai, ne sento le vibrazioni e non posso che assorbirle. A volte mi sento come l'Etna...pronta a scoppiare e poi una volta iniziata l'eruzione...mi sento libera e pronta ad un altro periodo di calma e serenità.
Vi posso assicurare che ho una fortuna che solo pochi riconoscono, posso vedere questo spettacolo ogni volta che Lei ne ha voglia...

 ph. Laura Distefano (scatto Agosto 2014)



ph.Elio Bonanno (scatto Giugno 2014)

ph. Antonio Galiano(scatto Agosto 2014)



L'emozione di sentirne la voce, i boati, di sentirla fremere ed eruttare con quella lingua di fuoco dal colore così intenso e passionale, non può essere spiegata. Neanche le foto rendono grazia all'essenza dell'Etna. L'unico modo che si ha per capire è assistere, vedere e sentire!

Lei, donna, dura, come la roccia lavica, calda e passionale come la lava che scorre dai suoi crateri, prosperosa e fertile come la terra e i doni che ci regala. Lei è il mio idolo...una donna sensuale che sa come ammaliare e "abbambare".


La mia lady Etna non riesce ad esprime tutto ciò, ma ho provato...nella vita bisogna provare,lanciarsi :D







4 commenti:

Ketty Valenti ha detto...

Solo un Siciliano,ma in particolare un Catanese può riuscire a capire di cosa parli,io condivido in pieno il tuo pensiero,ma non è facile da spiegare l'Etna è ancora di più,molti ci prendono per pazzi pensando alla gente che vi abita alle pendici da anni,ma non è facile spiegare questa particolare convivenza.....siamo come ipnotizzati dal suo fascino...è lei che ci domina,ci possiede e senza la sua vista maestosa non si può vivere,del resto non si fa temere tantissimo,è in continua eruzione,si sfoga da sempre.....non mi fiderei piuttosto dei vulcani che tacciono da anni e anni.
Hai fatto bene a tentare di impersonarla,il progetto è ambizioso!
Un saluto caro
Z&C

Anonimo ha detto...

Meraviglioso...

Anonimo ha detto...

Non avrei saputo esprimere diversamente ciò che anche io stesso provo nei Suoi confronti...
Il fascino... lo spettacolo della Natura, la maestosità, la grazia e l'eleganza.
La passionalità bruciante del fuoco mista al manto gelido... Il cuore morbido.

Una Donna così mi ammalia altrettanto. Difficile resistere!

Bellissima interpretazione culinario-figurativa!

Laura Distefano ha detto...

Ketty, concordo...i vulcani latenti sono i peggiori. Sull'Etna si possono dormire sonni tranquilli. Felice di sapere che proviamo tutti questo amore per l'Etna.

Anonimo...si hai colto in pieno l'essenza dell'Etna...una catanese doc dovrebbe essere proprio come l'Etna :D. Avrei preferito rispondere ad un commento firmato però ;D